il manifesto


Info Utili
Image

REGALA L’ABBONAMENTO A UN PREZZO SUPER

Non esiste il numero + grande

+1. Può essere un messaggio in codice o l’invito a una festa. Per noi è il numero di una comunità senza confini. Perché informarsi e partecipare non è mai una questione privata.

Fai un regalo da aprire ogni giorno.

Fai +1. Regala il manifesto.

il manifesto nella tua casella mail

Scopri le newsletter del manifesto

Ricevi ogni mattina l'edizione del giorno, con tutti gli articoli. E ancora: Alias, Alias Domenica, l'Extraterrestre, Lunedì Rosso, Alt, Elettorale Americana ...

Iscriviti alle newsletter gratuite

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COMMENTA SUL COLLETTIVOIl luogo dove commentare gli articoli del manifesto

Card Image

Palestina, la terra più amata

La prima antologia di letteratura palestinese moderna e contemporanea pubblicata in Italia.

Fino al 7 marzo puoi preacquistare il volume con uno sconto del 50%!

Preordina il libro a 10 euro

Il quartiere di Wadi Nisnas ad Haifa (Foto: Chiara Cruciati)

Il risveglio in un paese diviso dove il dissenso è reato

Chiara Cruciati

IsraeleIl salotto di casa Abdi è uno scrigno. I dipinti di Abed incorniciano lo spazio di divani, libri e antiche lampade. Il tavolino gronda di volantini, quaderni e posaceneri pieni. […]

A voi la scelta

Vota la copertina di gennaio

Ogni mese potete scegliere la copertina che vi è piaciuta di più. E a fine anno uscirà la copertina più bella del 2024

Partecipa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cosa c’è dietro l’invenzione  dell’“ideologia verde”
Commenti

Cosa c’è dietro l’invenzione dell’“ideologia verde”

Marco Bascetta

Verso le elezioni europeeLa campagna elettorale delle destre punta su quell’interclassismo ostile alla transizione ecologica. Redistribuirne diversamente i costi e gli oneri è quindi una delle condizioni principali per arrestare il dilagare dell’onda nera in Europa

La transizione che non c’è
Europa

La transizione che non c’è

Andrea Capocci

IntervistaJean-Baptiste Fressoz, storico della scienza e autore di un saggio che fa discutere in Francia, invita ad abbandonare la retorica sui temi energetici. «Le varie fonti sono in simbiosi fra loro. Tutte le grandi imprese oggi promettono di andare verso la neutralità carbonica e si tende a immaginare un’economia in crescita senza emissioni. Ma questo fa passare in secondo piano il problema della redistribuzione della ricchezza»

il meglio del manifesto

Iscriviti alle newsletter

il manifesto sta arricchendo ogni giorno la sua offerta di newsletter. Scoprile

vai
Alias

Gli Ultrasuonati

Roberto Peciola

UltrasuoniJAZZ I silenzi aperti del grande Nord Aria di grande Nord, di spazi aperti e cristallizzati in un silenzio che pulsa alle orecchie. Succede, con molte incisioni marcate Ecm, ma […]

Alias

Air, alle frontiere del french touch

Michele Casella

Anniversari/«Moon Safari», il capolavoro del ’98 del duo, è ancora oggi un avvincente «Ufo musicale» L’album verrà riproposto integralmente in un tour europeo che toccherà anche l’Italia, domani, 25 febbraio, a Milano e a giugno a Roma e a Ferrara. Occhio al vellutato synth pop della band che travalica i limiti del genere ed esonda verso influenze eterogenee e molto ricercate

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Memoria Manifesta

MeMa

Un'intelligenza artificiale di comunità che si nutre della memoria collettiva depositata nell'archivio del manifesto. Un esperimento di relazione tra umano e non umano oltre gli schemi estrattivi del mercato dei big data. MeMa è un progetto in evoluzione.

Per saperne di più
Malachy Tallack, viaggio sulle tracce della linea invisibile
Cultura

Malachy Tallack, viaggio sulle tracce della linea invisibile

Ingrid Basso

L'intervistaParla lo scrittore, giornalista e cantautore, ospite al festival «I Boreali». Nel libro «Il grande Nord» affronta, in un’estrema esplorazione, il dolore per la perdita di suo padre. «Credo che a essersi smarrita sia la parte non "civilizzata" di noi stessi, quella che desidera fuggire dalle città, dal lavoro, dalla cultura umana e sì, anche dal linguaggio»

Europa

La transizione che non c’è

Andrea Capocci

IntervistaJean-Baptiste Fressoz, storico della scienza e autore di un saggio che fa discutere in Francia, invita ad abbandonare la retorica sui temi energetici. «Le varie fonti sono in simbiosi fra loro. Tutte le grandi imprese oggi promettono di andare verso la neutralità carbonica e si tende a immaginare un’economia in crescita senza emissioni. Ma questo fa passare in secondo piano il problema della redistribuzione della ricchezza»

La transizione che non c’è
Europa

La transizione che non c’è

Andrea Capocci

IntervistaJean-Baptiste Fressoz, storico della scienza e autore di un saggio che fa discutere in Francia, invita ad abbandonare la retorica sui temi energetici. «Le varie fonti sono in simbiosi fra loro. Tutte le grandi imprese oggi promettono di andare verso la neutralità carbonica e si tende a immaginare un’economia in crescita senza emissioni. Ma questo fa passare in secondo piano il problema della redistribuzione della ricchezza»

Internazionale

La foresta del Darién parla cinese

Simone Ferrari

ReportageIn fuga dalle persecuzioni religiose, organizzati e muniti di contanti, sempre più cittadini cinesi diretti negli Usa attraversano illegalmente l’insidiosa frontiera tra la Colombia e Panama. Per loro i migliori hotel in attesa del viaggio. Meno fortunati i migranti venezuelani

Internazionale

Tunisia a senso unico

Linda Caglioni, Simone Modugno

Il video-reportageTassazione irrisoria, sempre più pensionati italiani si trasferiscono nel paese nordafricano, in grave crisi economica. Non vale l’opposto: per gli studenti tunisini, il visto per l’Italia è una chimera. Guarda il documentario

alt 2023

Un viaggio nell'arte contemporanea

Dietro le quinte di un’opera c’è uno spazio nel quale l’artista si muove per dare luce e forma al silenzio

Rivedi le interviste

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il nuovo manifesto digitale

In cammino

Vogliamo andare oltre la semplice vetrina di articoli e creare uno spazio digitale sicuro, dove i dati sono protetti e la tecnologia è messa al servizio delle persone. Come la nostra intelligenza artificiale, MeMa, che consente di viaggiare tra le perle dell'archivio storico.

Scopri le novità