closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Abbonati al manifesto digitale ed accedi da web e app per € 20.00 al mese, o €199.00 l’anno.

Abbonati ora

Giornalisti in piazza contro
la rappresaglia 5 Stelle-Lega

Roberto Ciccarelli

L’attacco alla libertà di stampa del governo Conte è una ritorsione contro un migliaio di lavoratori che mette a rischio anche 10 mila posti negli indotti. Giulietti (Fnsi): «È un’aggressione al diritto dei cittadini di essere informati». Colpite le testate più critiche delle politiche razziste e della truffa sul cosiddetto “reddito di cittadinanza” e quelle che svolgono un lavoro di prossimità e servizio sui territori

Tagli all’editoria, un emendamento pieno di bugie

Matteo Bartocci

Fact checking. Tra dicerie, propaganda e mezze verità facciamo una verifica dei fatti a proposito dell’abrogazione delle norme a sostegno dell’editoria che il governo vuole introdurre nel maxiemendamento alla manovra di bilancio

Lo striscione del manifesto alla protesta contro i tagli all'editoria di fronte alla Camera indetta da Odg e Fnsi

I contributi pubblici all’editoria

Matteo Bartocci

I contributi vanno solo a testate con certe caratteristiche: in cooperativa e per le minoranze linguistiche in Italia (52 testate in tutto, tra cui il manifesto), fondazioni o enti morali non profit, giornali dei consumatori, per non vedenti, per gli italiani all’estero

Casellati: «Le istituzioni difendano il pluralismo, con ogni mezzo»

Daniela Preziosi

La presidente del senato. Il suo sostegno ai cronisti «Sentinelle e testimoni». Dalla parte opposta il collega Fico

Fondo per il pluralismo, finale di partita

Vincenzo Vita

Moratoria di un anno per immaginare una vera riforma dell’editoria

Contro il manifesto la ruspa dei nuovi moralizzatori

Norma Rangeri

«Un governo che risparmia sul manifesto?», anche per questa domanda ringrazio Saviano per il suo articolo, su Repubblica, a proposito dei tagli all’editoria contro Radio Radicale, Avvenire e la nostra testata

Paragone, il censore smemorato

Massimo Franchi

Tagli all’Editoria. L’ex conduttore de “La Gabbia” attacca la “casta dei giornalisti”. Ma nel 2006, da direttore del quotidiano leghista la Padania, l’attuale senatore difendeva il finanziamento pubblico

Condanna a morte per i fondi del pluralismo

Vincenzo Vita

Dopo lo stop apparente dell’ipotesi di taglio del fondo per il pluralismo e l’innovazione, frutto anche della mobilitazione sindacale e di diverse delle testate interessate, dal vertice sulla manovra finanziaria è uscita la condanna a morte

Giulietti (Fnsi): «I giornalisti non chinano la testa»

Matteo Bartocci

Il presidente Fnsi. “Crimi vuole difendere i giornalisti precari? Metta in atto la legge sull’equo compenso. Il nostro prossimo passo potrebbe essere una manifestazione per proteggere Costituzione e articolo 21”

L’informazione come bene pubblico

Roberto Ciccarelli

La volontà di Lega e 5 Stelle di cancellare i contributi pubblici all’editoria è un ritorno all’800. Nell’Inghilterra vittoriana il cancelliere dello scacchiere, il liberale Lewis, vide nel libero mercato lo strumento di controllo delle opinioni

LA MANOVRA TRA ROMA E BRUXELLES

L'accordo al collo

Andrea Colombo

Al termine di una giornata tesissima il ministero dell’Economia annuncia: c’è l’intesa con Bruxelles sulla manovra. Conte invita alla prudenza: riferirà oggi in Senato dopo il via libera ufficiale della Commissione Ue che dirà se è accordo pieno o condizionato

Ecobonus solo per chi rottama l’auto

Redazione Economia

Arriva il superbonus ma solo per chi rottama mentre l’ecotassa resta e non tocca solo le auto di extra lusso

Pensioni, taglio alla rivalutazione. I militari non fanno i tappabuche

Massimo Franchi

Emendamenti. Totocalcio addio, ma il Coni ottiene miglioramenti sulla spa «Sport e salute»

La resa alla Ue rende nervosi

Andrea Colombo

Grillini e leghisti litigano sugli emendamenti, ma il senato gira a vuoto sulla legge di bilancio. Il governo si prepara a imporre il testo direttamente in aula con la fiducia

Dal parlamento «centrale» al parlamento centrato. In pieno

Andrea Fabozzi

Legge di bilancio uguale fiducia, non lo ha certo inventato il governo giallobruno. Che tuttavia ha scritto la parola «fiducia» nella prima riga del famoso «contratto»

Gli effetti del dietrofront su «reddito» e «quota 100»

Roberto Ciccarelli

Il taglio sul sussidio di povertà è spiegato come un affinamento statistico della platea di 5 milioni di potenziali beneficiari. Quello sulle pensioni è il risultato delle «finestre»

GIUSTIZIA

Anti corruzione, una legge per festeggiare un po’

Andrea Fabozzi

La camera approva definitivamente la legge che è stata bocciata dai giuristi e dagli avvocati e che i magistrati considerano non sufficiente. I 5 Stelle organizzano l’esultanza in aula e fuori, i ministri e sottosegretari leghisti disertano il voto

Il Papa: «Basta politica che accusa i migranti di tutti i mali»

Luca Kocci

Parla al mondo papa Francesco, con il messaggio per la Giornata mondiale della pace (1 gennaio), ma le sue parole assumono un particolare peso in Italia

Lo Sprar resta, ma aumenta il numero degli irregolari

Adriana Pollice

Dossier del Viminale sugli effetti del decreto sicurezza. Allarme per i «vulnerabili»

Boldrini: «Sul Global compact persa ogni credibilità»

Carlo Lania

Intervista. «Solo per fare un regalo agli amici di Matteo Salvini si danneggia il Paese, perché è nostro interesse avere la possibilità di influenzare un documento che tratta delle migrazioni»

Rapporto diritti globali: l’alternativa alla guerra ai migranti è la solidarietà

Mario Pierro

16esimo rapporto sui diritti globali. La guerra ai migranti è letta insieme al processo di controllo disciplinare della povertà. Il negazionismo climatico è l’ideologia del capitalismo predatorio che punta sulle energie fossili e l’accumulazione distruttiva

Porte di casa aperte ai profughi. 120 famiglie controcorrente

Shendi Veli

L’associazione Refugees Welcome dal 2016 mette in contatto cittadini che si dichiarano disponibili ad ospitare con rifugiati o beneficiari di protezione umanitaria in cerca di una casa. Una rete di volontari presenti oggi in 18 città

Campagna per il Nobel 2019 della pace a Riace

***

L’appello. Riace è conosciuta in tutta Europa per il suo modello innovativo di accoglienza e di inclusione dei rifugiati che ha ridato vita ad un territorio quasi spopolato a causa dell’emigrazione e della endemica mancanza di lavoro

Scaffale / Atti di resistenza all’archivio coloniale

Gabriele Proglio

Decolonizzare il presente attraverso la ricerca è una prassi politica che può rimettere in discussione l’archivio coloniale, le forme di soggettivazione imposte dai dispositivi confinari, l’organizzazione del lavoro e le tipologie di estrazione di ricchezza, le genealogie di potere in una prospettiva intersezionale

Ungheria, contro la «victatura» la protesta non si ferma

Massimo Congiu - Budapest

Il governo non cede. La riforma del lavoro porta in piazza, ormai da giorni, studenti, sindacati, opposizione (e perfino qualcuno di Jobbik)

Stop alla purga dei giudici, Varsavia accontenta Bruxelles

Giuseeppe Sedia - Varsavia

Emendamenti. Totocalcio addio, ma il Coni ottiene miglioramenti sulla spa «Sport e salute»

AMERICA LATINA

Pepe Mujica: «Il capitale ha reso il mondo più povero e più diseguale»

Luca Celada - Los Angeles

Dialogo con l’ex presidente dell’Uruguay, in buen retiro nella sua fattoria: «La maggioranza incolpa capri espiatori subalterni, i migranti. Ma ignora le vere cause: le economie transnazionali e il modo in cui concentrano la ricchezza»

I renziani e il ritorno di D’Alema. Zingaretti: «Buffonate»

Daniela Preziosi

Nel Pd si scatela la polemica: «No al ritorno al Pds». Gentiloni: non rispunta nessuno: «No al ritorno al Pds». Gentiloni: non rispunta nessuno

Speranza (Mdp): il Pd si è esaurito, presto si scinderà

Redazione politica

«Il Pd ha esaurito la sua funzione storica, presto le due anime che stanno nel partito dovranno prendere atto delle differenze». Così ieri Roberto Speranza, coordinatore di Art.1-Mdp, a Radio Cusano Campus

Obbligo di dimora per Mario Oliverio

Claudio Dionesalvi, Silvio Messinetti - Catanzaro

Il governatore, accusato di abuso d’ufficio, aggravato dal metodo mafioso, si dichiara innocente e annuncia lo sciopero della fame

Oliverio, dalla scuola delle Frattocchie al sostegno a Lucano

Giuliano Santoro

Nel 1980 è già consigliere regionale. 5 anni dopo diventa assessore regionale all’agricoltura. Poi presiede la provincia di Cosenza. Nel 2014, sale alla presidenza della regione

L'ALLARME CLIMATICO

Da Parigi a Katowice avanti a piccoli passi. E pesa un calo di leadership

Giuseppe Onufrio

Un quadro di generale arretramento con qualche luce, come la discussione, difficile, sui cambiamenti climatici proprio in Polonia, terra del carbone “sovranista”. La bandiera dei 5Stelle era l’energia, ma ora sono in linea con il governo dell’ex ministro Calenda, che faceva del gas naturale il cuore della strategia energetica

Cop24, i big del Petrolio bruciano l’allarme sul clima

Luca Martinelli

Ambiente. Usa, Arabia Saudita, Russia e Kuwait censurano il documento finale. Lo scontro sul rapporto dell’Ipcc che prevede l’aumento di 3 gradi delle temperature globali

Katowice, la sfilata pacifica per «salvare il pianeta»

Marica Di Pierri - Katowice

Cop24. Migliaia di persone manifestano contro il carbone, grande protagonista della Cop24

IN EDICOLA UN NUMERO SPECIALE DELL'EXTRATERRESTRE

La nostra biodiversità

Massimo Giannetti

Il meglio che abbiamo seminato nel 2018 e le grandi sfide ecologiste del futuro. Agricoltura, alimentazione, fonti energetiche, mobilità sostenibile. L’agenda delle più importanti associazioni ambientaliste per difendere la biodiversità della Terra dai cambiamenti climatici

VERITA' E GIUSTIZIA PER GIULIO REGENI

«L’Egitto ritira l’ambasciatore». Il Cairo smentisce

Chiara Cruciati

Secondo l’agenzia indipendente Mada Masr, il regime sarebbe pronto a richiamare il proprio rappresentante entro il 25 gennaio, ma il ministero degli Esteri egiziano parla di notizia senza fondamento

LA MOBILITAZIONE DEI GILET GIALLI

Proteste "atto quinto", il soufflé s’è sgonfiato

Guido Caldiron

Nella capitale blindata torna la protesta, ma questa volta è contenuta. Cortei anche in provincia

Ora Macron preoccupa la Ue

Anna Maria Merlo - Parigi

Macron in tv non ha convinto la maggioranza, anche se recupera terreno. Ieri di nuovo liceali in piazza. La Ue e la Germania preoccupate per i deficit, l’equilibrismo dei conti del governo. Censura dell’opposizione di sinistra

Gilet gialli, la povertà cambia volto

Renzo Paris

I sociologi si lagnano della mancanza di un libro teorico scritto da uno dei gilet jaunes. I politici, da Le Pen a Mélenchon, dichiarano invece di avere nei loro programmi le rivendicazioni dei dimostranti, ma i loro cappelli insidiosi vanno stretti a quelle teste calde

«Noi» contro l’ordine sovrano

Marco Bascetta

La richiesta di abolire la sovrattassa sui carburanti è solo il detonatore di una rivendicazione ben più generale: «Più soldi in tasca!». Dopo decenni di attacco ai salari, di erosione dei redditi, di miserie precarie ai più la misura appare colma

«La loro mappa sociale è una diagonale del vuoto»

Guido Caldiron

Intervista allo studioso Hervé Le Bras. È forte la componente «rurale» di aree in via di spopolamento, tra città e campagne, ma ci sono anche tanti abitanti delle periferie metropolitane

Stagnazione e spese, l’origine della protesta

Olivier Galland

L’insieme di questi fattori – stagnazione del livello di vita, parte crescente delle spese per le famiglie modeste – è una miscela esplosiva con l’aumento delle tasse sulla benzina

«Movimento politico più che sociale»

Guido Caldiron

Intervista all’antropologo Alain Bertho. «Intorno ad ogni singolo blocco stradale si sta sviluppando un discorso pubblico comune, un po’ come accaduto un paio d’anni fa nella capitale con la Nuit debout»

Discriminazione all'asilo

Alessandro Braga

«Provvedimento discriminatorio». Il Tribunale di Milano accoglie il ricorso dei cittadini antirazzisti di Lodi e ordina alla sindaca leghista Sara Casanova di riaprire le mense comunali ai bambini figli di immigrati

Michela Sfondrini (Uguali Doveri): a Lodi è un giorno di festa

Alessandro Braga

Intervista. Parla Michela Sfondrini, del coordinamento Uguali Doveri che si è battuto fin dall’inizio contro la decisione della sindaca leghista di Lodi

antonio-megalizzi

L'ATTENTATO DI STRASBURGO

La caccia finisce con l’uccisione del terrorista

Anna Maria Merlo

Dopo la strage. Chérif Chekatt si nascondeva nel suo quartiere: in serata scontro a fuoco con la polizia. In Francia l’allarme attentati non placa i gilet gialli: respinto l’appello del governo, sabato di nuovo in piazza

Terrorismo e misfatto occidentale

Tommaso Di Francesco

Si tratta ancora della scia di sangue che ci ritorna in casa a fronte delle tante, troppe guerre che abbiamo seminato in Medio Oriente. Ma la scena è davvero mutata, per almeno due ordini di cogenti motivi

«Generazione Isis», perché non è finita

Alberto Negri

La Francia ha usato i jihadisti per far cadere Assad, così come la Turchia e le monarchie del Golfo. Proteggiamo gli assassini di Khashoggi, il principe Bin Salman, a capo di uno Paese che ha alimentato il radicalismo islamico

Macron: «Massima vigilanza»

Anna Maria Merlo - Parigi

Unità politica con crepe: la dignità di Mélenchon, il recupero senza dignità di Wauquiez e Le Pen, che chiedono repressione. Il governo non decreta lo stato d’emergenza

POLVERE DI STELLE

Toninelli: «Il Terzo Valico sì fa, colpa del Pd, ma noi la faremo meglio»

Maurizio Pagliassotti

Il ministro dei Trasporti rende pubblica la valutazione costi-benefici, fermare l’opera sarebbe troppo costoso

Italiani emigranti, 55enni all'estero. E il sud si svuota

Madi Ferrucci

Rapporto Istat. In 5 anni 244mila italiani si sono trasferiti fuori dal paese in cerca di un lavoro: più della metà ha una laurea o un diploma. Ma ci si muove anche all’interno con il Mezzogiorno che in 20 anni ha visto partire più di un milione di persone

La natura sociale di un crollo che l’Istat non vede

Tonino Perna

Da quando è iniziata la Lunga Recessione, l’Istat constata il distacco crescente, in termini di reddito pro-capite, tra il Mezzogiorno e il resto del nostro paese. Ma i dati raccontano solo una parte della realtà

A TUTTA DESTRA

La pacchia è finita, così diceva l’orribile Javert

Andrea Ranieri

Mi sono chiesto a lungo dove l’avevo già trovata la frase «la pacchia è finita» che Salvini butta in faccia ai disperati e ai dannati della terra. Poi l’illuminazione. E’ la frase che nei Miserabili di Victor Hugo l’orribile Javert dice al sindaco Madeleine.

«Rousseau», un’applicazione invita gli iscritti alla delazione

Giuliano Santoro

Non se la passa affatto bene, il portale Rousseau di Davide Casaleggio. Nella mitologia grillina dovrebbe costituire il «sistema operativo» dei 5 Stelle. Ma conta pochi iscritti, tanto che all’ultimo raduno del Circo Massimo a Roma si invitavano i simpatizzanti a bypassare internet e aderire semplicemente via sms

L’invito alla delazione, l’ultima ciliegina sulla democrazia del clic

Antonio Gibelli

Movimento Cinque Stelle. Una democrazia senza mediazioni e senza luoghi fisici di confronto interattivo, senza partiti e senza giornali, domani anche senza parlamento. Una democrazia del capo comunicatore e del suo rapporto diretto con le masse via social

L'ACRE ROMANO

Va a fuoco l’impianto dei rifiuti. Nube tossica sulla città

Giuliano Santoro

Alla periferia di Roma va a fuoco un impianto-discarica di rifiuti e nel cielo della Capitale si alza una nube tossica. Allarme salute. Inascoltate le denunce dei cittadini. La procura indaga per disastro colposo. Paralisi spazzatura alle porte. Raggi si appella al governo

COMUNISMI

Per un Marx al presente

Rossana Rossanda

C’è da chiedersi quanto, perfino nelle meno odiose tra le società occidentali, non siano stati visti i bisogni operai in crescita intellettuale e morale rispetto ai loro bisogni materiali, affidati essenzialmente alla distribuzione

DIRITTI INAPPLICATI

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Oggi

Raffaele K. Salinari

Da Ciro il Grande al documento finale del 1948, storia travagliata di una «legge naturale». Oggi alle forze sovraniste e xenofobe della Ue sfugge il valore legale e vincolante dei princìpi fondamentali sottoscritti dai paesi membri

La sinistra c’è in piazza

Norma Rangeri

Quella di Torino è l’opposizione migliore perché trasversale, frequentata da giovani e vecchi, alimentata da una lunga lotta, nutrita non dalla chiusura nella piccola valle ma dalla continua raccolta di studi e da uno sguardo lungo sul mondo che brucia il pianeta a colpi di Pil

La marcia dei 60 mila No Tav. Sfida ai Cinque Stelle:ora fermate il cantiere

Maurizio Pagliassotti, Mauro Ravarino - Torino

Grande corteo No Tav a Torino e formidabile risposta all’operazione mediatica della manifestazione delle “madamin”. Una piazza decisamente di sinistra, mentre i Cinque Stelle sono in forte difficoltà

Piazze a confronto a Torino: quella No Tav è più numerosa e resistente

Maurizio Pagliassotti, Mauro Ravarino - Torino

I simboli della sinistra nella manifestazione delle “madamin” non c’erano, mentre il corteo abbondava di bandiere rosse. Dal mondo Si Tav emerge un senso di sconforto per la forza soverchiante espressa ieri dal movimento No Tav

I Sì Tav antimoderni, fermi alla Torino di Gianduja e Giacometta

Marco Revelli

Alta velocità. Bisognerà ben dirlo, non c’è niente di moderno nella riproduzione di un progetto e di un’idea già obsoleta un quarto di secolo fa quando era stata promossa

LA CAROVANA DEI MIGRANTI

A Tijuana il sogno dei migranti si infrange sul muro di Trump

Andrea Cegna

La frontiera Usa/Messico continua a raccontare le storie delle diverse carovane migranti partite dal centro America e che ora aspettano al confine

Tijuana, i naufraghi dell’Impero

Luca Celada - Los Angeles

Sulla martoriata frontiera tra i mondi dello sviluppo e dello sfruttamento. I corpi umani qui sono sempre stati in balia delle manovre del capitale, dislocati come forza lavoro in base a produzione e mercato

Nativi e stranieri nella lotta comune contro i governi

Guido Viale

A difesa di poteri e interessi, i signori della globalizzazione non hanno messo in campo solo le armi, ma anche la mobilitazione sovranista, nazionalista e fascista

Honduras, dolore collettivo. «Per questo la gente scappa»

Francesca Caprini - Trento

Parla Nohemi Pérez Borjas, attivista perseguitata dal regime di Juan Orlando Hernández. «Noi donne sfidiamo a viso aperto l’ipermachismo. Contro di noi un uso terribile della violenza sessuale»

Lacrimogeni su donne e bambini, i democratici: toccato il fondo

Marina Catucci

Kirstjen Nielsen, segretario per la Sicurezza nazionale, difende la polizia frontaliera Usa sostenendo che è stata attaccata dai migranti

Cina, la catena di montaggio dell’Intelligenza artificiale

Simone Pieranni

La corsa di Pechino all’intelligenza artificiale si basa sul lavoro di migliaia di persone impiegate nell’attività di «etichettatura» di tutti i dati. Un lavoratore che pone le etichette può elaborare 40 oggetti al giorno, guadagnando 10 yuan all’ora, circa 1 euro

Sorvegliare e punire. Il laboratorio sociale della Cina in Xinjiang

Simone Pieranni

Nella regione a maggioranza uigura un milione di persone sarebbero detenute all’interno dei «campi di rieducazione». Il Pcc ha lanciato il piano «United as One Family»: i cinesi «han» diventano «poliziotti-cittadini» installandosi nelle case degli uiguri

RAPPORTO CENSIS

Il «sovranismo psichico» di un’Italia povera e incattivita

Roberto Ciccarelli

I migranti il capro espiatorio degli italiani passati alla «difesa delle trincee». Il reddito ristagna: tra il 2000 e il 2017, 400 euro in più all’anno contro i 6 mila in Francia

RAZZISMO GIALLOVERDE

I muri italiani di «papà» Salvini

Ascanio Celestini

A Salvini piace definirsi, papà, come se non fosse abbastanza mostruoso da sé e come se non fosse orribile che, per giustificarsi, abbia bisogno ogni volta di coprirsi con la progenie. E naturalmente si tratta di un «papà italiano». Insomma quando il prossimo presidente del consiglio dice che gli italiani vengono prima di tutti, ha ragione

La nuova carta famiglia rischia la bocciatura della Consulta

Adriana Pollice

L’emendamento che esclude le famiglie extracomunitarie dall’accesso alla carta famiglia potrebbe essere incostituzionale, segnalano i tecnici della Camera

L'infame day

Roberto Ciccarelli

Niente «carta famiglia» per gli immigrati poveri. Passa un emendamento alla legge di bilancio che prevede sconti solo per gli italiani e i cittadini Ue con almeno tre figli

STEFANO CUCCHI

«Verbali modificati»: il depistaggio arriva in udienza

Eleonora Martini

Processo bis. Il comandante della caserma di Tor Sapienza e un carabiniere testimoniano le pressioni. Colombo Labriola: «Il colonnello Cavallo impose le modifiche. Il Nucleo investigativo ignorò la mail»

PARLIAMO DI NOI

Il manifesto lancia la sua nuova campagna pubblicitaria

Matteo Bartocci

Il manifesto c’è, tutto è possibile. Uno slogan di resistenza e di speranza. Un richiamo a tutta la sinistra e non solo. La nostra campagna al via anche sulle pagine di Corriere della Sera e Internazionale

Una riunione di redazione con Sartre

Luciana Castellina

A 7 anni dalla morte di Lucio Magri riappare una lettera inedita che il filosofo gli scrisse nel 62. Un tributo straordinario e l’inizio del rapporto con il manifesto

Caro Magri, ho letto il suo articolo quasi d’un fiato

Jean-Paul Sartre

La lettera inedita. Jean-Paul Sartre scrive a Lucio Magri nel 1962. È l’inizio di un lungo e solido rapporto tra il filosofo francese e uno dei fondatori del manifesto

Franco Fortini e i nostri «dieci inverni»

Rossana Rossanda

L’intransigenza di Fortini non è mai unidimensionale, è stato più che mai attento a non dimenticare il nemico – come invece i comunisti hanno scordato di fare nel 1989

L’intervista di Rossana Rossanda a Propaganda Live

Diego Bianchi (Roma) - Propaganda Live

Il 26 ottobre 2018 Diego Bianchi ha trasmesso su Propaganda Live (La7) un’intervista a Rossana Rossanda realizzata qualche giorno prima. La puntata integrale è qui.

Michel Foucault, archeologo del sapere

Paolo Vignola

Per Orthotes la monografia che Gilles Deleuze dedica nel 1986 all’autore de «Le parole e le cose»

Come riprendere il sentiero interrotto dell’anticapitalismo

Roberto Ciccarelli

«È solo l’inizio. Rifiuto, affetti, creatività nel lungo ’68», a cura di Ilaria Bussoni e Nicolas Martino, per Ombre Corte

La amiche geniali

Alessandra Pigliaru

Decine di migliaia di donne a Roma, contro la violenza, in difesa della 194. Chiedono più fondi per i centri di accoglienza e più tutele legali. Il contrario di quel che fa il governo

La marea che la politica non vede

Norma Rangeri

Il tema della violenza ha animato una mobilitazione rumorosa, forte, organizzata e sorridente come negli ultimi anni e come succede da quando il movimento femminista è nato

Inserti, libri, dvd e molto altro

GEOGRAFIE SENTIMENTALI

La traccia delle cose assenti

Claudia Bruno

Una intervista con l’artista giapponese Chiharu Shiota, in mostra alla Blain Southern di Londra. Fino al 19 gennaio, si potranno attraversare le trame della sua ultima installazione «Me Somewhere Else». Sculture disegnate, immersive e monocromatiche, votate a un colore per evocare un immaginario

ALIAS DOMENICA

Yehoshua e l’identità sgretolata

Massimiliano De Villa

Letteratura israeliana. La demenza senile che ha colpito il protagonista dell’ultimo libro di Abraham B. Yehoshua ha un suo correlativo oggettivo nel conflitto medio-orientale: «Il tunnel», da Einaudi

CINEMA

«The Mule», l’audace strada della redenzione

Giulia D'Agnolo Vallan - New York

Il nuovo film di Clint Eastwood, anche protagonista nei panni dell’orticultore e corriere dei narcos Earl Stone. Tratto da una storia vera

DESTRE

Dentro il laboratorio italiano del nazionalpopulismo

Guido Caldiron

La prima grande sollevazione del ceto medio del XXI secolo e l’ondata razzista che la sta accompagnando nelle inchieste di Ezio Mauro “L’uomo bianco” (Feltrinelli) e Maurizio Molinari “Perché è successo qui” (La nave di Teseo)

NOIR

Il futuro soffia nel vento per gli irregolari bastardi di Pizzofalcone

Benedetto Vecchi

Maurizio De Giovanni e il suo ultimo romanzo, «Vuoto» per Einaudi, dentro la più ampia costellazione del noir. Un genere di grande successo capace di leggere la complessità del presente

CHICAGO

La musica black della città ventosa

Flaviano De Luca

Mostre. «Bronzeville Echoes», i volti e i luoghi della cultura African American di Chicago fra gli anni ’20 e ’40

SCAFFALE

Nelle autonome aperture al comune

Toni Negri

Per Quodlibet torna «Il diritto dei privati» di Widar Cesarini-Sforza, edito la prima volta nel 1929, assieme ai «Prolegomeni del diritto collettivo» del 1936 e con una ricca rilettura del curatore Michele Spanò

MANUEL CASTELLS

Metropoli in eterna connessione

Flavio Massarutto

Incontri. A lezione dal sociologo ospite alla Fondazione Feltrinelli di Milano nell’ambito delle «Guido Martinotti Lecture»

VISIONI

Le scelte della vita? Una partita a flipper tra ragione e sentimento

Fabiana Sargentini

Porte girevoli. Conversazione con Walter Fasano, montatore, complice da sempre del cinema di Luca Guadagnino

FERMIN MUGURUZA

«Black is Beltza», suoni e immagini della rivoluzione

Flavio Massarutto

Il musicista basco autore del progetto da cui sono nati un fumetto, un disco e un film d’animazione presentato in questi giorni al Noir in Festival

PERCORSI

Karl Marx impigliato nel futuro

Benedetto Vecchi

Percorsi. Un sentiero di lettura, in cinque libri di recente pubblicazione, per orientarsi nel bicentenario del pensatore di Treviri. Un modo per rimettere al lavoro il Moro, evidenziandone i «punti di stress»

M9 A MESTRE

Il museo immateriale sulla storia del Novecento

Alfonso Botti

Al suo interno, va in scena una rappresentazione socio-antropologica, che mette al secondo posto la politica, che privilegia i processi sugli avvenimenti, le trasformazioni fisiche (i volti, i corpi) e mentali degli italiani, del paesaggio, i processi di modernizzazione dell’economia e della società

CULTURA

Il mondo inventato dal piccolo schermo

Giandomenico Crapis

Scaffale. «Sulla Televisione», in un libro a cura di Gianfranco Marrone uscito per La Nave di Teseo gli scritti dal 1956 al 2015 di Umberto Eco

CLASSICI ITALIANI

Gadda al riparo dietro il giallo insoluto

Corrado Bologna

Estraendo documenti prima mai visti dall’archivio Liberati, Giorgio Pinotti ricostruisce, in una importante nuova edizione, la dinamica e l’incompiutezza prestabilita del «Pasticciaccio»

VISIONI

Nicolas Philibert, l’arte di trovare la giusta distanza

Mariangela Mianiti - Milano

Intervista Al regista di «De Chaque Instant», in concorso a Filmmaker Festival, che racconta la formazione degli apprendisti infermieri di Montreuil

TEMPI PRESENTI

L’«ars combinatoria» della moltitudine

Marco Bascetta

A partire da «Assemblea», di Toni Negri e Michael Hardt (Ponte alle Grazie)

CAI GUO QIANG

La miccia accesa del Rinascimento

Arianna Di Genova - Firenze

Intervista. Un incontro con l’artista cinese, che dipinge con i fuochi d’artificio, protagonista della mostra «Flora Commedia» agli Uffizi. «Sono un ribelle come Caravaggio. Per questo uso la polvere da sparo, è il materiale più anarchico che esista. Non si può controllare, è imprevedibile»

TEMPI PRESENTI

Il mutevole confine del capitalismo

Benedetto Vecchi

L’economista Mariana Mazzucato ha appena pubblicato per Laterza «Il valore di tutto»

MESSICO

Un «piccolo genocidio» dimenticato

Francesca Lazzarato

Julián Herbert. «La casa del dolore altrui», edito da gran vía, in libreria da domani. Lo scrittore racconta il massacro di 303 cinesi, nel 1911 a Torreón, da parte dei maderisti

Tra la gente che muove San Francisco

Flaviano De Luca - San Francisco

Nella città di «nebbie e sogni» dove arte e musica si mescolano alle battaglie dei lavoratori precari

L’avventura di un «song catcher» nella musica tradizionale Usa

Flaviano De Luca - San Francisco

Il fondatore della Arhoolie Records Chris Strachwitz, , discografico atipico che ha sempre preferito il lavoro «sul campo»

Ricevi ogni mattina l’edizione digitale nella tua casella email

Gratis, niente spam, zero pubblicità. Provalo, puoi disiscriverti facilmente in qualsiasi momento.

Politica

Anti corruzione, una legge per festeggiare un po’

Andrea Fabozzi

Internazionale

Kenya, Silvia non si trova, la polizia se la prende con i residenti

Fabrizio Floris

Europa

Stop alla purga dei giudici, Varsavia accontenta Bruxelles

Giuseppe Sedia