Evo Morales poco prima di annunciare le sue dimissioni

In Bolivia anche l’esercito e i sindacati abbandonano il presidente Morales, che si dimette per evitare la guerra civile. Un colpo di stato vecchio stile fa calare il sipario sul primo governo indigeno nella storia del paese. Ma l’odio e le violenze non si fermano

Commenti

Vince l’oligarchia

Roberto Livi

È un colpo di stato fascista quello che ha costretto alle dimissioni e alla fuga il presidente boliviano Evo Morales. […]