closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’inviato Usa: «Pace fatta». Ma a Kabul la strage continua

Afghanistan. Attacco al Green Village mentre Khalilzad annuncia l’intesa raggiunta «in linea di principio» con i Talebani. Il ritiro per ora di 5400 marines (su 14 mila) al primo punto dell’accordo tra barbuti e Trump. Che nessuno però ha ancora firmato

Gli effetti dell'esplosione che ha colpito il Green Village a Kabul

Gli effetti dell'esplosione che ha colpito il Green Village a Kabul

Lunedì sera, mentre in tv l’inviato di Trump, Zalmay Khalilzad, rassicurava gli spettatori afghani sull’accordo raggiunto «in linea di principio» con i Talebani ma non ancora firmato, lungo la cosiddetta Jalalabad road di Kabul un gruppo di attentatori lanciava un camion bomba contro il Green Village. ALMENO 16 I MORTI, quasi duecento i feriti. Si tratta perlopiù di civili. Le immagini mostrano un cratere enorme e sull’altro lato della strada negozi ed edifici distrutti a decine e decine di metri di distanza. Ieri mattina, alcuni residenti e famigliari delle vittime hanno dimostrato di fronte al Green Village, chiedendo che gli...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi