closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Roma muore dal ridere

Caro (Fu) Estinto. Solo nella Capitale si può scherzare sui funerali. Giungla pubblicitaria fra agenzie fino a additare gli «sciacalli». «Ma con il Covid il tema è tornato sacro e serio», spiega il sociologo Asher Colombo

Cartelloni pubblicitari a Roma: sulla destra l’ultimo spot di Exequia contro gli «sciacalli»

Cartelloni pubblicitari a Roma: sulla destra l’ultimo spot di Exequia contro gli «sciacalli»

Sdoganato perfino il gesto dell’ombrello e il termine «sciacalli», la battaglia pubblicitaria delle agenzie funebri a Roma assume i tratti dell’avanguardia che rivela inedite conseguenze sociologiche. La cronaca esclusivamente romanocentrica - atavico vizio di gran parte del giornalismo e dei media - è legittimata dal fatto che solo in questa città si assiste a un pullulare di cartellonistica mortuaria che tappezza le strade. Una tradizione ormai trentennale, partita a metà anni ’90 dello scorso millennio con «l’agenzia di onoranze funebri Eugenio Fabozzi» che nel 1994 con il figlio Valter si lanciò con slogan del tipo: «Schianti classico», «Quanto sfumi al...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.