closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Una mano di calce

Storie . Quarantacinque anni fa il processo farsa per la Risiera di San Sabba (Trieste), l’unico campo di sterminio nazista in Italia. Aula vuota, pochi reati e alla fine nessun colpevole

La fila di celle del sito del comune di Trieste

La fila di celle del sito del comune di Trieste

Il loro servizio a favore della pura razza ariana comincia nel 1939 con T4, l’«operazione eutanasia», per la soppressione di malati di mente o incurabili, Christian Wirth direttore. Poi gestiscono lager in Polonia: Sobibor, Treblinka, Bełżec, Majdanec, il triestino/sloveno Odilo Globočnik, comandante delle SS e della polizia di Lublino, coordina le operazioni dell’Aktion Reinhardt, la «soluzione finale». Nessuno di loro, dopo la distruzione dei campi polacchi, rimane disoccupato: l’8 settembre 1943 il territorio dell’alto Adriatico viene occupato dalle truppe del Reich e si può trasferire lì tanta esperienza. Globocnik diventa comandante delle SS a Trieste. Con lui Wirth, Hering, Allers,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi