closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Un urlo di dolore e speranza dalla parte dei migranti

Cannes 71. Fra le Proiezioni Speciali del Festival, «Libre» Di Michel Toesca. Un documentario in viaggio con il dissidente Cédric Herrou nella valle del Roya

In un’edizione di Cannes assai particolare, in cui il Festival ha cercato di mantenere un contatto con la contemporaneità, due sono stati i documentari Proiezioni Speciali attorno all’oggi e alle sue urgenze. Se La Traversée di Groupil ha mostrato tutta la sua problematicità di sguardo e di distacco anche sulle odissee dei migranti in Francia, ben più interessante e vivo è Libre del documentarista Michel Toesca, un indipendente che ha già collaborato in molti lavori di Claire Simon. Un viaggio attorno alle esperienze di Cédric Herrou, contadino dissidente e a suo modo rivoluzionario, venuto alle cronache nei mesi scorsi per...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi