closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

«Un decreto per tutelare i maestri precari a rischio di licenziamento»

Il caso. Quarto sciopero in cinque mesi, uno sciopero della fame in corso, ieri la manifestazione al ministero dell'istruzione a Roma. Allo studio un provvedimento d'urgenza e una procedura riservata. L'ipotesi di coinvolgere i diplomati magistrali e i laureati in scienze della formazione primaria

Centinaia di maestri hanno manifestato ieri al ministero dell’Istruzione a Roma contro la sentenza 11 del Consiglio di Stato che ha negato l'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento ai diplomati magistrali ante 2001/02 creando un’emergenza che potrebbe portare alla revoca dell’immissione in ruolo di 6.669 mila persone (1.030 nella scuola dell’infanzia e 5.639 nella scuola primaria, per la maggioranza a Nord) e all’esclusione di altre 43 mila persone dalle graduatorie. La protesta è stata accompagnata da uno sciopero della fame che è durato per giorni, mentre Anief e Saese hanno chiamato allo sciopero del settore ieri. «Bisogna subito riaprire le Graduatorie...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi