closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'inchiesta

Soluzione all’88%, il referendum che spiazza

Dal Parlamento ai consultori e ritorno: il dibattito pubblico attorno alla legge, il boicottaggio e la volontà popolare

arresto per aborto al Policlinico

arresto per aborto al Policlinico

Il 22 maggio 1978 viene pubblicata nella Gazzetta Ufficiale la legge 194 e l’aborto in Italia, a certe condizioni, diventa legittimo. Da allora questa legge è diventata il muro che argina un mai sopito tentativo di rimessa in discussione della possibilità delle donne di interrompere una gravidanza. Al punto che persino i pro-life nazionali più che chiederne l’abrogazione sono soprattutto impegnati a boicottarla, attraverso l’estensione dell’obiezione di coscienza. Mentre intere generazioni di femministe, di ginecologhe, operatori e medici hanno dedicato gran parte delle loro energie alla sua applicazione. L’impianto della 194 riprende la sentenza della Corte Costituzionale n.27 del 1975...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi