closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Scuola, basta un voto per fermare Renzi al Senato

Ddl Scuola. Tonfo del governo bocciato sul parere di costituzionalità della riforma. Il voto determinante di Mauro (Gal) rivela la debolezza del presidente del Consiglio. Sono piccole avvisaglie di un Vietnam parlamentare. La minoranza Pd: un referendum sulla scuola tra gli iscritti. Abbaglio clamoroso: è un compromesso tra Renzi che non parla alla società e chi vuole restare in un partito senz'aria

Il presidente del consiglio Matteo Renzi e la ministra dell'Istruzione Stefania Giannini

Il presidente del consiglio Matteo Renzi e la ministra dell'Istruzione Stefania Giannini

Nella direzione Pd di lunedì sera si era mostrato sicuro, immotivatamente tronfio vista la china che hanno preso le cose. Matteo Renzi ha sostenuto di «avere i numeri in Senato. Se vogliamo approvare la riforma della scuola così com'è lo facciamo domani mattina, anche a costo di spaccare il Pd. Ma è importante discutere». Spacconate. Ieri il governo è andato sotto sul parere di costituzionalità sul Ddl scuola. In commissione Affari Costituzionali al Senato è finita 10 a 10. Il Pd le ha provate tutte. Ha fatto votare Anna Finocchiaro che, in quanto presidente di commissione, per prassi non dovrebbe...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.