closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Repressione 2.0: droni e software per individuare (e punire) i dissidenti birmani

Myanmar. La giunta militare si "evolve", con l'aiuto di aziende straniere che bypassano le sanzioni: i dati degli utenti online e il tracciamento dei loro spostamenti permette di trovare i soggetti "pericolosi". Poi, con le prove raccolte dalle tecnologie di sorveglianza, si creano capi d’accusa coerenti con le leggi interne

Agenti anti-sommossa davanti a una barricata a Mandalay

Agenti anti-sommossa davanti a una barricata a Mandalay

Tecnologia al servizio della repressione: è quello che emerge dall’ultimo report di Justice for Myanmar, associazione che si occupa di rivelare gli interessi dell’esercito birmano nell’economia del paese. L’analisi dei budget del ministero degli interni e di quello dei trasporti e le comunicazioni rivela investimenti per miliardi di dollari in tecnologie di sorveglianza all’avanguardia. Sistemi concepiti per organizzare i dati dei cittadini e salvaguardare i segreti di Stato, oggi vengono utilizzati per tracciare, arrestare e condannare i dissidenti che osteggiano il golpe. Tra le voci in lista degli ultimi quattro anni compaiono software di e-governance e di tracciamento, droni e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.