closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Partite truccate, chiunque può farla franca

Dirty Soccer. L'ultimo grido del calcioscommesse è il pentimento. E la giustizia sportiva continua a diffondere un radicato senso di impunità

L'ultimo grido del calcioscommesse è il pentimento. Si confessa, si collabora, in cambio gli sconti di pena. Il Catania che è rimasto in Serie B grazie alle partite acquistate dal presidente Pulvirenti – cinque, 100 mila euro per ogni tre punti – per volere della Procura della Figc non è finito in serie D, come altri club coinvolti, Teramo e Savona per esempio, ma in Lega Pro con 12 punti di penalizzazione nella maxinchiesta, operazione Dirty Soccer, messa assieme dagli inquirenti di Catanzaro. E lo stesso Pulvirenti deve scontare cinque anni di squalifica, con un'ammenda record da 300 mila euro....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi