closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Occhi scuri in un mare di dolore

Cannes 70. Fuori concorso l'opera prima di Vanessa Redgrave, «Sea Sorrow», un film sul dramma delle migrazioni

Una scena di Sea Sorrow di Vanessa Redgrave

Una scena di Sea Sorrow di Vanessa Redgrave

Il «Mare di dolore» sono occhi scuri in primissimo piano e storie sempre uguali che si ripetono: dolore, violenza, traumi, morte, guerra. La fuga in un viaggio che costa migliaia di dollari e di cui non si conosce la fine. Hamid, afghano, ha visto morire entrambi i genitori con una pallottola in mezzo alla testa sparata dai soldati americani - «Volevano farmi tacere, gridavo troppo, poi son scappato» racconta in italiano. Amadou per arrivare dalla Guinea in Italia ci ha messo tre mesi perduto nel deserto attraversato senz’acqua, picchiato insieme agli altri dagli arabi traghettatori, l’incubo di finire nelle prigioni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.