Hanno vinto, i facchini e i montatori di Mondo Convenienza avranno il loro giusto contratto. “Siglata l’ipotesi di accordo per l’applicazione del contratto nazionale logistica, trasporto merci e spedizione negli appalti di Mondo Convenienza in cui operano le aziende associate ad Ansi (Associazione nazionale servizi integrati)”, annunciano Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, sottolineando che “vengono riconosciuti più diritti e tutele per oltre cinquemila lavoratrici e lavoratori coinvolti”. Ora l’ipotesi di accordo sarà votata nelle assemblee, interessando per la sola Toscana 150 addetti su Campi Bisenzio, 166 su Pisa e 45 su Grosseto. In caso di voto favorevole, dal primo marzo entrerà in vigore il nuovo contratto. “L’accordo di oggi è l’esito di un lavoro iniziato mesi fa con Filcams e Filt Cgil – ricorda Bernardo Marasco che guida la Cgil fiorentina – e dimostra che la scelta di andare su un tavolo nazionale era giusta. Oggi passiamo da un regolamento unilaterale, di fatto illegittimo e che consentiva trattamenti inaccettabili, a un contratto regolare che incrementa i salari e tutela diritti, sicurezza, conciliazione fra tempi di vita e lavoro”.