closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Misteri divini in bella calligrafia, l’Africa magica in mostra a Napoli

Mostra. Alla Cappella Palatina del Maschio Angioino, «Nel nome di Dio Omnipotente»

Una foto dalla mostra presso la Cappella Palatina del Maschio Angioino

Una foto dalla mostra presso la Cappella Palatina del Maschio Angioino

Da svariati bilustri, i mercanti d’arte africana sono stati folgorati dalle tavolette coraniche, dalle arti talismaniche, dalla cultura materiale degli Hausa, la popolazione più diffusa nella Nigeria del Nord, ma anche nel vicino Niger, zona arida e semidesertica, Avvolta nella leggenda, la loro origine è una fusione di genti locali dell’area saheliana con popolazioni venute dall’esterno, tutte convertite all’Islam di tradizione sunnita dalle confraternite sufi alla fine del XIII secolo, e fortemente dedite ai commerci, grazie alla loro lingua, utilizzata anche da altri gruppi etnici, cresciuti nelle stesse scuole religiose. Le antiche storie orali del mondo hausa, intrise di spiritualità,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi