closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Migranti, la Polonia dichiara lo stato d’emergenza

Confini. Cresce la tensione al confine con la Bielorussia. «Il regime di Lukashenko potrebbe inviare 10 mila persone alle frontiere»

Migranti sorvegliati dalla polizia al confine polacco

Migranti sorvegliati dalla polizia al confine polacco

Per ora lo chiamano «attacco ibrido» ma alla frontiera tra Polonia e Bielorussia la situazione rischia di precipitare scaldandosi velocemente, al punto che ieri il presidente polacco Andrzej Duda ha firmato lo stato d’emergenza per 30 giorni e l’esercito sta per essere inviato a difesa del confine. Motivo della tensione crescente sono i tentativi con cui il regime di Alexandr Lukashenko spinge centinaia di migranti ad attraversare le frontiere di Lituania, Lettonia e della stessa Polonia per punire l’Unione europea delle sanzioni adottate contro Minsk. Un «attacco ibrido», come appunto lo definisce Varsavia, che va avanti da mesi tanto che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.