closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Reportage

La responsabilità di un progetto

#ilmanifesto50. Avverto la drammaticità dei problemi epocali, e l’estrema inadeguatezza delle nostre forze

Lucio Magri, Rossana Rossanda, Eliseo Milani e Luciana Castellina

Lucio Magri, Rossana Rossanda, Eliseo Milani e Luciana Castellina

L’altro sabato mi sono ritrovata a piazza Sempione a Roma, inizio del quartiere Montesacro, per un’assemblea all’aria aperta convocata dal Municipio III, uno di quelli che vorremmo ci fossero dappertutto. A sedere su una pedana anziché in piedi su un palchetto: questa la sola differenza con quello che chiamavamo comizio e ora non si fa più. Ma il mio sussulto di nostalgia non è stato solo per questo: proprio in quella piazza, prima ancora che nascesse questo quotidiano, ebbe sede il primo «circolo del Manifesto», partorito dal locale «collettivo edili», diventati, insieme a molti altri niente affatto edili, sin da...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi