closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Israele e Territori occupati, anno nuovo senza vita nuova

Il punto di vista. Tanti i segnali nell’area di «mediazione», ma resta la questione centrale: quella di un regime di apartheid che cerca di consolidare il progetto di colonizzazione cancellando i palestinesi

Manifestante palestinese davanti al muro del villaggio Nilin, vicino Ramallah

Manifestante palestinese davanti al muro del villaggio Nilin, vicino Ramallah

Nel 2021, la guerra a Gaza ha rispettato la «routine»: altri palestinesi uccisi e ulteriore distruzione nell’area, rituali dichiarazioni di vittoria da entrambe le parti. Ma ha prodotto anche due risultati non previsti: da un lato, violenti scontri in Israele fra ebrei e palestinesi, la società israeliana scossa da violenza, razzismo, pogrom; dall’altro, dopo un lungo periodo di apatia in campo internazionale, è ricomparsa con forza la «questione palestinese». La risonanza internazionale del conflitto si è poi affievolita. Intanto l’intera regione ha registrato cambiamenti significativi anche se non pienamente percepiti. La «pace» di Donald Trump, frutto di interessi imperialisti, ha...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.