closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

In Tunisia è tornata la Palestina

Movimenti. Prime pagine e piazze contro i raid israeliani su Gaza. Ripensando alle bombe che ferirono Tunisi nel 1985. «Una questione di memoria» anche per i più giovani. E nessuno provi a «normalizzare»

«Siamo tutti la Palestina». Tunisi, Avenue Bourguiba, 19 maggio 2021: le proteste antigovernative cambiano di segno. Sul cartello si può leggere: «La resistenza è la strada»

«Siamo tutti la Palestina». Tunisi, Avenue Bourguiba, 19 maggio 2021: le proteste antigovernative cambiano di segno. Sul cartello si può leggere: «La resistenza è la strada»

Per le strade della capitale la bandiera palestinese spicca sui balconi bianchi dei condomini del centro. Nelle scuole del paese è stata issata accanto a quella tunisina, mentre una fotografia della cupola dorata di Al-Aqsa ha preso il posto dei cartelloni pubblicitari. Le immagini di Gaza sono tornate, per qualche settimana, a occupare la prima pagina dei giornali locali. E le manifestazioni a sostegno del popolo palestinese hanno sostituito quelle contro il governo. CHE LA CAUSA PALESTINESE continui a far consenso in Tunisia, la politica lo sa bene. Così il premier Hichem Mechihi ne ha approfittato per ribadire la posizione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.