closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Il tribunale ordina di rilasciare il visto umanitario a due afghani, il ministero degli Esteri non ci sta

Il caso. La giudice dà ragione al ricorso presentato da Asgi stabilendo un principio innovativo

Profughi afghani in fuga da Kabul, agosto 2021

Profughi afghani in fuga da Kabul, agosto 2021

Il Tribunale di Roma ordina il rilascio del visto umanitario a due cittadini afghani in pericolo, ma il ministero degli Esteri tergiversa e cerca di evitarlo. La vicenda nasce da un ricorso firmato dalla legale dell’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione (Asgi) Nazzarena Zorzella per conto di due persone, fratello e sorella, che nel «paese degli Aquiloni» rischiano la vita: sono reporter, hanno lavorato per la Tv, frequentato l’università americana e collaborato con diverse Ong.  «La loro posizione di giornalisti, il loro coinvolgimento con il mondo occidentale li rende particolarmente esposti all’azione repressiva del nuovo governo afghano», si legge nell’ordinanza...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.