closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Il movimento della scuola contro «un governo ricattatorio, falso e allucinato»

No Ddl. L'ultimo ricatto di Renzi: o passa la riforma, o assumo solo 20 mila docenti. Contro l'arroganza del premier l'indignazione dei sindacati e dei docenti mobilitati: "Siamo alle allucinazione, promette un assunto su sette". Da oggi manifestazioni attorno al Senato. Giovedì in corteo

C'è modo e modo di governare. Renzi lo fa con i ricatti. Quello sui precari della scuola, usati come «una clava per imporre scelte ingiuste o dannose» (Walter Tocci, senatore Pd) con la riforma della scuola, ieri ha conosciuto un nuovo eccesso. Se le opposizioni non ritireranno gli oltre 2 mila emendamenti al Ddl «Buona scuola» in commissione Istruzione al Senato – che si riunirà oggi – Renzi ha minacciato di «assumere» solo circa «20-22 mila» docenti e non i 100.701 previsti. La cifra corrisponde ai docenti che, ad avviso del presidente del Consiglio, dovrebbero essere destinati al turn-over nella...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.