closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Il governo polacco non ammette ingerenze

La crisi sul confine con la Bielorussia . Il Pis non vuole intromissioni dall’esterno e annuncia che il numero dei soldati al confine passerà da 12mila a 15mila

Polizia e guardie di frontiera polacche al confine con la Bielorussia; in basso Mateusz Morawiecki

Polizia e guardie di frontiera polacche al confine con la Bielorussia; in basso Mateusz Morawiecki

Ancora una volta la coalizione della destra illiberale al potere a Varsavia, guidata da Diritto e giustizia (Pis), vuole fare tutto da sé. La crisi migratoria in corso al confine con la Bielorussia è un affare di stato e come tale va gestito in proprio. Certo, all’indomani dell’emergenza il premier polacco Mateusz Morawiecki ne aveva parlato con la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, prima di incontrare ieri quello del Consiglio Charles Michel. Le attestazioni di solidarietà incassate dal Pis hanno fatto sembrare per un attimo la Polonia meno isolata a Bruxelles, nonostante la contesa con l’Ue su...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.