closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

I silenzi della Lega prigioniera del protocollo

Sport. Il focolaio esploso durante il ritiro della nazionale ripropone tutti gli interrogativi intorno alla gestione della pandemia nel mondo del calcio

Ancora Covid-19, ancora positivi. E ancora quel protocollo scritto da Cts e Lega calcio alla fine della primavera 2020 con i contagi prossimi allo zero. Nelle ultime ore c’è assai tensione nella Serie A per il gruppetto di positivi che si è generato nel gruppo della nazionale italiana di ritorno dalla Lituania. Una situazione che mette in pericolo la regolarità, se di regolarità ancora si può scrivere, del campionato. Il 29 marzo la nazionale, calciatori e staff, viene sottoposta a un giro di tamponi a poche ore dalla partita con i baltici, la terza in pochi giorni, qualificazioni ai Mondiali...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi