closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

I giochi pericolosi di Tokyo

Olimpiadi. La frase sessista del presidente del Comitato delle Olimpiadi di Tokyo getta un’ulteriore ombra su un evento che il governo si ostina a volere ma che la popolazione non gradisce

Un poster per promuovere le Olimpiadi di Tokyo, previste lo scorso anno e posticipate a quest’estate a causa del Covid

Un poster per promuovere le Olimpiadi di Tokyo, previste lo scorso anno e posticipate a quest’estate a causa del Covid

Alla domanda se pensasse di introdurre più donne nella sua amministrazione, posta nel corso di un incontro online alcuni giorni fa, Yoshiro Mori, presidente del Comitato organizzatore delle Olimpiadi di Tokyo, ha risposto che se ci fossero più donne, visto che parlano troppo, le riunioni non finirebbero mai e per questo bisognerebbe limitare il tempo a loro disposizione. Queste dichiarazioni sessiste non suonano, purtroppo, nuove per chi segue la politica giapponese, ma nel contesto internazionale in cui sono state profferite potrebbero diventare il colpo di grazia per l’evento sportivo posticipato a questa estate, data di inizio 23 luglio. Primo perché...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi