closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Gorizia ritrova casa

Piazza Vittoria. Palazzo Paternolli, simbolo della cultura mitteleuropea e della convivenza italo-slovena, sfregiato durante la Grande guerra e poi dimenticato, è oggi in fase di recupero

Una foto dell’agosto 1916 mostra la facciata di Palazzo Paternolli squarciata da un proiettile, sotto l’edificio in ristrutturazione

Una foto dell’agosto 1916 mostra la facciata di Palazzo Paternolli squarciata da un proiettile, sotto l’edificio in ristrutturazione

Piazza Vittoria, a Gorizia, fino al 1918 si chiamava Piazza Grande, Travnik (prato) in sloveno perché per decenni era stata un grande spiazzo erboso. Nel ‘700, mentre Gorizia cresceva in abitanti e ricchezza, diventò un’elegante piazza contornata da bei palazzi e da una chiesa barocca con due torri campanarie. Palazzo Paternolli stava là, proprio di fronte alla chiesa di Sant’Ignazio ed era sede della rinomata casa editrice, tipografia e libreria di proprietà della famiglia Paternolli, che nella seconda metà dell’Ottocento si era imposta come una delle istituzioni più rilevanti della cultura goriziana, responsabile della stampa di vasta parte dei periodici...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.