closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Europa sociale e destra populista che avanza. A Lisbona sarà un 2021 intenso

Portogallo/Ue. Domani inizia il semestre di presidenza portoghese del consiglio europeo. Sul fronte interno mentre i partiti della sinistra ridefiniscono i loro rapporti, Chega (Basta) va forte nei sondaggi in vista dell'elezione del capo dello stato

Il primo ministro portoghese, il socialista António Costa

Il primo ministro portoghese, il socialista António Costa

L’alba del 2021 promette di essere politicamente molto intensa per il Portogallo. Quattro i fronti aperti. Primo: la presidenza del consiglio europeo che dal 1º gennaio passerà da Berlino a Lisbona. Secondo: le elezioni per il capo dello stato fissate per il 24. Terzo: una ridefinizione dei rapporti tra i partiti della sinistra parlamentare. Quarto: l’ascesa di Chega (in italiano Basta), la destra populista guidata da André Ventura.   SEMESTRE EUROPEO Non è un momento facile per la storia dell’unione schiacciata tra pressioni sovraniste, austerità e crisi economica. Le difficoltà per l’approvazione del bilancio pluriannuale e per il Recovery Fund,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi