closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Embraco rovescia il tavolo: licenzia tutti e via dall’Italia

La vertenza. Nessuna soluzione per i 497 dipendenti. La proprietaria Whirlpool sceglie di andare subito Slovacchia: niente cig né piano per una rinascita. Il ministro Calenda sull’azienda: «Gentaglia»

Torino, una recente manifestazione dei lavoratori Embraco

Torino, una recente manifestazione dei lavoratori Embraco

«Ma allora è finita?», chiede al collega Roberto la signora Elena quando esce dal cancello della Embraco di Chieri. «Sì, questa volta è finita», è la risposta. Soffia un vento gelido in questo perdurante inverno torinese, che sembra voler spazzare via ogni residua speranza nel giorno che doveva essere quello della svolta. I quasi cinquecento lavoratori della grande fabbrica che produce componenti per frigoriferi speravano che i toni perentori scanditi dal ministro Carlo Calenda la scorsa settimana nei confronti dei padroni statunitensi della Whirlpool riaprissero la trattativa. Minacce pubbliche, e offerte private, non sono servite: dagli Usa è giunta un’alzata...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi