closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Delo», dalla Russia con dissenso

Cannes 74. Al Certain Regard il film di Aleksey German jr, metafora senza eccessi di un cinema che continua a interrogare la realtà e il sentimento della storia e dell’umano.

David (Merab Ninidze) è accusato di frode contro l’università in cui lavora, avrebbe intascato il corrispettivo del prezzo di quindici sedie richieste per una conferenza e mai acquistate. Per questo è costretto ai domiciliari, lo hanno sospeso dall’insegnamento, la moglie se ne è andata pur continuando a occuparsi un po’ di lui e la figlia non gli vuole parlare più. Nessuno dei suoi amici ha detto qualcosa per difenderlo né tra i colleghi forse felici di occupare il suo posto ma soprattutto troppo spaventati all’idea di perdere il proprio. La sola che gli rimane accanto è la madre (Rosa Khayrullina),...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.