closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Cuba, inizia l’era Díaz-Canel per la «guida collettiva» del Pc

Cambi al vertice. La nuova leadership del Partito prova a creare un compromesso tra le diverse anime

Díaz-Canel con Raúl Castro

Díaz-Canel con Raúl Castro

E’ Miguel Díaz-Canel il nuovo volto del potere a Cuba. Come previsto è stato eletto ieri primo segretario del Partito comunista cubano. Carica che cumula con la presidenza della Repubblica. Si conclude così la transizione del governo dell’isola alla generazione nata dopo la vittoria della Rivoluzione di Fidel del 1959. Uscito Raúl, al vertice del Pc, partito único e «forza dirigente» del paese, non vi è alcun rappresentante della famiglia Castro. Anche gli altri leader «storici», Machado Ventura, il comandante Valdés, il generale Cintra Frías, tutti ultraottantenni, lasciano l’Ufficio político e vanno in pensione. Unico rappresentante dei combattenti della Sierra...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi