closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Contratto Pa, Cgil Cisl Uil al governo: “Servono sette miliardi”

Pubblico impiego. Gli ultimi dati Istat - Pil in stallo - allarmano le categorie confederali, che chiedono aumenti netti dai 132 ai 150 euro per ogni addetto della pubblica amministrazione. Mentre il Codacons annuncia una class action al Tar del Lazio.

Matteo Renzi e Marianna Madia

Matteo Renzi e Marianna Madia

Gli ultimi dati dell'Istat, su quella che gli ottimisti definiscono “non crescita”, allarmano i sindacati del pubblico impiego. Così Cgil, Cisl e Uil di categoria tornano a farsi sentire, dopo l'incontro avuto con Marianna Madia il 26 luglio scorso, e l'assicurazione ministeriale che a settembre andrà avanti la trattativa per il rinnovo del contratto di categoria. Una vertenza ancora al palo, visto che il governo vorrebbe assicurare (piccoli) aumenti retributivi solo agli addetti della pubblica amministrazione con i redditi più bassi, indicativamente sotto la soglia dei 26mila euro lordi annui. I sindacati avvertono: “E' di sette miliardi il costo di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.