closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Con il Pd, alla regione Lazio prove di autonomia differenziata

Urbanistica. Il Piano paesaggistico del Lazio non tutela il centro di Roma ed è svincolato da ogni controllo del Mibac. Solo quattro consiglieri del Pd, e i 5Stelle, si oppongono. A Roma come a Firenze, nel Lazio come in Veneto e Lombardia il partito trasversale (sinistra e destra) piega ormai l’urbanistica agli interessi privati dei costruttori

Quando l’anno scorso lanciammo un appello (La rigenerazione poco urbana del Piano Casa di Zingaretti; il manifesto del 28 marzo 2018) per scongiurare l’abbattimento e la ricostruzione (con aumento di cubatura) di uno dei Villini del primo Novecento a Roma, per effetto del vecchio Piano Casa Polverini fatto proprio dalla Regione Lazio con il pomposo nome di Norme per la rigenerazione urbana e il recupero edilizio, pensammo che forse Zingaretti avrebbe prima o poi affrontato e risolto il problema. Per esempio ponendo dei vincoli in quelle aree che non sono soggette a tutela da parte del Piano Territoriale Paesaggistico Regionale...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi