closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Bolsonaro sotto accusa, ma l’inchiesta trova solo un capro espiatorio

Brasile. L’ex ministro della salute si immola per il presidente e davanti alla Commissione parlamentare di inchiesta sul Covid dichiara di non aver «mai» ricevuto ordini per raccomandare l’uso della clorochina

Protesta sulla gestione della Pandemia a Copacabana (Rio de Janeiro)

Protesta sulla gestione della Pandemia a Copacabana (Rio de Janeiro)

Lasciata la carica di ministro della salute, il generale Pazuello ha abbracciato una nuova missione: salvare Bolsonaro dalle accuse della Commissione parlamentare di inchiesta sul Covid. Così, nella sua deposizione dinanzi alla Cpi, l’ex ministro ha dichiarato di non aver «mai» ricevuto ordini dal presidente per raccomandare l’uso della clorochina, il cui massiccio impiego in Brasile, malgrado la sua comprovata inefficacia nel trattamento anti-Covid, è ritenuto una delle cause della fallimentare gestione brasiliana della pandemia. E anzi, ha assicurato, «il presidente non mi ha mai dato ordini diretti su nulla». Una dichiarazione che ha suscitato l’ironia del presidente della Commissione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi