closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Bolsonaro si compra il Congresso con Lira

Brasile. Eletto un fedelissimo alla presidenza della Camera, addio speranze di impeachment

Jair Bolsonaro

Jair Bolsonaro

È stato il trionfo della vecchia pratica del toma-lá-dá-cá (traduzione brasiliana del nostro do ut des), proprio quella contro cui il Bolsonaro in versione «candidato anti-sistema» aveva tuonato per tutta la campagna elettorale. Non a caso, per garantirsi il primo febbraio il controllo della nuova presidenza di Camera e Senato, il presidente, oltre a promettere incarichi e prebende di ogni tipo, aveva messo a disposizione di deputati e senatori risorse straordinarie pari a 3 miliardi di reais, da investire nelle rispettive regioni, in cambio dell'appoggio ai propri candidati Arthur Lira e Rodrigo Pacheco. Soldi ottimamente spesi, considerando il successo di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi