closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Armi al Myanmar, l’Italia fa triangolo

Myanmar. L’elicottero ATR italo-francese sarebbe arrivato alla giunta militare tramite un paese terzo per evitare l’embargo. Il 72-600 di Leonardo e Airbus probabilmente passato per India, Thailandia o Cina. Contattati dal manifesto, i ministri italiani competenti non rispondono

Yangon, soldati birmani di fronte alla sede della deposta Aung San Suu Ky, la Lega Nazionale per la Democrazia

Yangon, soldati birmani di fronte alla sede della deposta Aung San Suu Ky, la Lega Nazionale per la Democrazia

Vendita diretta da parte di un’azienda italiana in possibile violazione dell’embargo Ue in vigore, cui è sottoposto il Myanmar dal 1990 e recentemente rafforzato, o ennesima triangolazione attraverso un Paese terzo? Lo scorso 16 dicembre, durante le celebrazioni del 74esimo anniversario dell’Aeronautica militare del Myanmar, il capo delle forze armate birmane (il generale Min Aung Hlaing) ha rivendicato l’acquisizione di tutta una serie di nuovi velivoli. Nel dettaglio, caccia e aerei da addestramento/attacco cinesi e russi, cui si aggiungono due elicotteri multiuso dei francesi di Airbus e soprattutto un 72-600 prodotto dall’ATR, consorzio italo-francese (metà delle quote a Leonardo Corporation...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.