closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Arabi per Bibi, la linea rossa è superata

Israele/elezioni. I palestinesi cittadini di Israele si dividono dopo la frattura nella Lista araba. Il 25% potrebbe votare per i partiti sionisti. E l'islamista Mansour Abbas pensa a un'alleanza con Netanyahu

Nell’angolo del suo giardino ombreggiato da robusti alberi di limoni, Salwa, una attivista di Haifa dei diritti della minoranza araba, risponde con riluttanza alle nostre domande sul destino che avrà la Mustarake, la Lista unita araba, alle elezioni del 23 marzo. «Nel giro di qualche mese è diventato tutto così precario, i nostri rappresentanti (alla Knesset) si sono divisi e tanti (arabo israeliani) dicono che non voteranno più per la Lista, anzi non andranno ai seggi elettorali…forse è una conseguenza della pandemia…», commenta con ironia. Uno sfogo comprensibile. La Lista Unita, fronte elettorale dei palestinesi con cittadinanza israeliana, che alle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi