closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Anni ’90 e Aids, le battaglie di Robin Campillo

Cannes 70. Primo film francese in concorso «120 Battements par minute» è firmato dal regista vincitore con «Eastern Boys» degli Orizzonti veneziani del 2013.

Nahuel Perez Biscayart

Nahuel Perez Biscayart

Primo film francese in gara, dopo l’apertura ma fuori concorso con l’Ismael di Desplechin, 120 Battements par minute è firmato da Robin Campillo, vincitore con Eastern Boys degli Orizzonti veneziani nel 2013. Di quel film si ritrova la stessa energia nel modo di filmare i personaggi, i corpi degli attori, i loro gesti, sguardi, interrogativi, l’occupazione dello spazio. La fisicità degli abbracci, del ritmo in discoteca, del sesso carnale contro i fuoricampo oggi dominanti. La storia è di quelle rischiose, si parla di Aids e di attivismo, in Francia ai primi anni Novanta quando prevenzione e cura sembrano non preoccupare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.