closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Afghanistan: Abdul Ghafar Ramakee, sopravvissuto due volte

Terrorismi. Parla un superstite dell’attacco Usa all’ospedale di Msf a Kunduz nel 2015, ancora oggi senza verità. Oggi è in Italia, scampato alla guerra

L’ospedale di Kunduz distrutto da un attacco americano

L’ospedale di Kunduz distrutto da un attacco americano

«Mi ha salvato la vita la decisione repentina di avventurarmi nel corridoio dell’ospedale perché un minuto dopo la stanza dove i medici riposavano dai turni è esplosa colpita da una bomba. Il mio collega Osmani, che aveva esitato, viene dilaniato dall’esplosione. E mentre l’ospedale viene fatto segno di un bombardamento continuo, mi precipito in fondo al corridoio dove c’erano tre porte chiuse. Una dava su un ufficio senza vie d’uscita. Le seconda era un bagno. Quando apro la terza - nell'indecisione febbrile di quella manciata di secondi - vengo investito da una vampata di fuoco e torno allora sulla porta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.