closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Aborto legale, il Cile vuole essere il prossimo

America latina. Arriva al Congresso il progetto di legge sulla depenalizzazione dell'interruzione di gravidanza, oggi possibile solo in caso di stupro, rischio per la vita della madre o malformazione del feto

Manifestazione per il diritto all'aborto in Cile

Manifestazione per il diritto all'aborto in Cile

In Cile, alla Commissione delle donne ed equità di genere, è iniziato il dibattito sulla proposta di legge di depenalizzazione dell'aborto. Potrebbe essere il primo tra gli effetti a catena che si spera la legge sull'aborto, libero, gratuito e sicuro approvata in Argentina possa generare in tutto il Latino America. La legge cilena permette, con una legge del 2017, la 21.030, di interrompere la gravidanza solo in tre casi: stupro; rischio di vita per la madre; malformazioni del feto con possibili conseguenze letali. A differenza dell'Argentina però il presidente in carica Piñera non è sponsor della proposta di legge, anzi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi