closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

A nove mesi dal voto l’Olanda ha un governo. Lo stesso di primaa

Europa. Accordo trovato tra liberali, progressisti, democristiani e conservatori. Il primo ministro sarà ancora Mark Rutte, al potere dal 2010. Ma stavolta trovare la quadra non sarà facile

Mark Rutte

Mark Rutte

Nove mesi di negoziazioni e nessun cambiamento di sostanza. Dopo le elezioni di marzo, finalmente i Paesi Bassi stanno per avere un governo nuovo, ma molto simile a quello che lo ha preceduto. Avrà lo stesso premier delle scorse tre legislature, il liberale Mark Rutte, e gli stessi partiti degli ultimi quattro anni: il liberale Vvd, il progressista D66, il cristiano-democratico Cda, il conservatore Cu. L’intesa tra loro è stata presentata ieri alla Tweede Kamer, la camera bassa olandese, l’unica dove il nuovo esecutivo può contare sulla maggioranza assoluta, seppur risicata, dei seggi. Discorso diverso alla Eerste Kamer, il senato,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.