closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

A dieci anni dall’immolazione di Bouazizi la Tunisia è un puzzle

17 dicembre 2010-2020. Disoccupazione giovanile record, «giornate della collera» per tante categorie, un sistema politico senza visione di lungo periodo, il rischio di un ritorno al passato: un Paese in profonda crisi economica, sociale e sanitaria. Ma oggi pronto ai celebrare il decismo anniversario della rivoluzione (incompiuta) dei gelsomin

Tunisi, 21 gennaio 2011. Protesta in piena Rivoluzione dei Gelsomini di fronte al palazzo del governo

Tunisi, 21 gennaio 2011. Protesta in piena Rivoluzione dei Gelsomini di fronte al palazzo del governo

A dieci anni esatti dalla Rivoluzione dei gelsomini, la Tunisia è un puzzle scomposto in migliaia di pezzi che le forze politiche non sono mai riuscite a comporre. I tasselli chiari e ben definiti che raffiguravano le rivendicazioni civili e sociali del popolo tunisino si sono persi con il tempo e ora il governo si trova a fare i conti con la collera delle piazze. Nonostante il rafforzamento del processo democratico dopo la fuga del presidente autoritario Ben Ali, le proteste non si sono mai fermate. Nelle città di Jendouba, Kairouan, Gabes e nella capitale, attorno a place de la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.