closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Via i baroni, Sánchez tenta la risalita

Spagna. Il Psoe recupera nei sondaggi sui popolari, ma Strasburgo è lontana. L’ex premier si gioca tutto alle politiche del 28 aprile

Il segretario del Psoe Pedro Sánchez

Il segretario del Psoe Pedro Sánchez

Il Partido socialista obrero español (Psoe) sta respirando una boccata di ossigeno. Nell’ultima tornata elettorale del 2016, alle politiche il partito (anche allora guidato da Pedro Sánchez) aveva ottenuto meno del 23% dei voti: la percentuale più bassa di sempre, equivalenti a 85 deputati (su 350). Fino alla primavera scorsa, non sembrava che le cose potessero migliorare più di tanto, e questo nonostante la gestione fallimentare del Pp, la corruzione, la crisi catalana e mille altri motivi. Ma l’inaspettato cambio di governo, con l’approvazione della mozione di sfiducia a giugno, ha rimesso al centro dello scacchiere un partito la cui...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.