closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Al Sisi completa la vendetta, 75 condanne a morte

Egitto. La polizia massacrò 800 manifestanti ma i giudici egiziani hanno ‎condannato a morte 75 manifestanti e a ‎pesanti pene detentive oltre 600 per il lungo sit in del 2013 contro il colpo di stato dell'esercito. Cinque anni anche al noto fotoreporter "Shawkan" premiato dall'Unesco

Quattro anni dopo il massacro dei manifestanti a piazza Rabaa Adawiya al Cairo la ‎vendetta del regime è completa e senza misericordia. I giudici egiziani ieri hanno ‎condannato a morte 75 persone, tra cui alcuni leader dei Fratelli musulmani, e a ‎pesanti pene detentive oltre 600 per il lungo sit in del 2013 contro il colpo di stato ‎realizzato dalle Forze Armate, con a capo Abdel Fattah el Sisi, che il mese prima ‎aveva rovesciato il presidente islamista Mohammed Morsi. Decisi anche 47 ‎ergastoli. Uno di questi per il capo della Fratellanza, Mohammed Badie, già ‎condannato a più sentenze a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi