closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Usa, operai Fiat-Chrysler minacciano sciopero

Sergio Marchionne

Sergio Marchionne

Dopo la bocciatura nel referendum del rinnovo contrattuale da parte degli operai Fiat-Chrysler, il sindacato americano Uaw - chiaramente spiazzato dalla portata del no della base (65% con l’80% dei votanti) - aumenta la pressione su Marchionne. Dopo una riunione a porte chiuse in Michigan di tutte le "rsa" con i vertici nazionali del sindacati, la sezione locale dell’Uaw della mega fabbrica Kokomo, in Indiana, ha notificato all’azienda il possibile sciopero a partire dalla mezzanotte di mercoledì 7 ottobre, il primo passo prima dell’effettiva fermata della produzione. Bloccare lo stabilimento di Kokomo, specializzato sulla componentistica in generale e le trasmissioni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi