closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Una App per liberare il Benin dal «colonialismo economico e culturale»

Cotonou. Dall'unione dei partiti della sinistra nasce l’Alliance pour la patrie. E ha un programma "sankarista"

Un pescatore sulla spiaggia di Ouidah, in Benin

Un pescatore sulla spiaggia di Ouidah, in Benin

Con l’impegno a farla finita con il «colonialismo economico e culturale» è nata ieri in Benin l’Alliance pour la patrie (App), alleanza politica promossa da partiti di sinistra a conclusione di un percorso iniziato nel settembre 2019. L’assemblea costitutiva si è tenuta nella sala conferenze di un hotel di Cotonou - la diaspora beninese ha potuto partecipare virtualmente da alcuni paesi occidentali. Secondo l’App, il governo del presidente Patrice Talon, facoltoso imprenditore, perpetua con metodi autocratici il «patto coloniale». Un patto rafforzato dalla moneta coloniale, il franco Cfa, erede della moneta creata nel 1945 dal generale De Gaulle per le...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi