closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Un report denuncia le violenze contro i migranti compiute ai confini europei

«Perdeva molto sangue dal naso» racconta un giovane migrante afghano testimone di quanto accaduto ad un suo compagno di viaggio al confine ungherese, nel settembre 2019, mentre provava ad attraversarlo con un gruppo di altri 8 giovani afghani, di età compresa tra i 16 e i 19 anni. Un ufficiale tedesco, in divisa con la bandiera dell’Unione europea, li aveva presi a pugni sul petto, sulle spalle e in faccia, rompendo il naso a uno di loro. Erano presenti anche dodici ufficiali della polizia ungherese. I ragazzi afghani sono stati costretti a marciare, con le mani dietro la testa, fino...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi