closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Tortura, in Senato vince il Sap

Giustizia. La commissione annulla le modifiche apportate dalla Camera al testo di legge. Se nulla cambierà in Aula, il testo torna alla Camera. Rimpallo continuo, a rischio la legge

Scuola Diaz, Genova 2001

Scuola Diaz, Genova 2001

«Se devo prendere per il collo un delinquente, lo prendo. Se cade e si sbuccia un ginocchio, sono cazzi suoi». Il linguaggio è quello che è, tipico del leghista Matteo Salvini che il 25 giugno scorso aveva sintetizzato così la protesta del Sap, il sindacato autonomo di polizia tanto conservatore quanto minoritario all’interno delle forze dell’ordine. Ma il concetto è stato fatto proprio, né più né meno, dall'intera commissione Giustizia del Senato - Pd in testa - che ieri all'unanimità ha annullato di fatto le modifiche apportate alla Camera al testo della legge sulla tortura. In sostanza, la fattispecie del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi