closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

The Factory, dove i migranti stentano a sopravvivere

Migranti. Bosnia, nella struttura abbandonata nella quale trova rifugio chi non ha posto nei centri

Volontari distribuiscono aiuti ai migranti di Bihaç

Volontari distribuiscono aiuti ai migranti di Bihaç

Appena passato il confine con la Croazia, il profilo del paesaggio viene cambiato dai minareti slanciati ed appuntiti che svettano dalle moschee collocate in cima alle colline, ricordandoti che la Federazione della Bosnia Erzegovina è un avamposto musulmano nel cuore dell’Europa. La sua estremità nordoccidentale ripiega dentro la Croazia, condividendo così un lungo tratto di confine. Ed è in questa regione che si interrompono i sogni di molte delle persone provenienti dal Medioriente e dall’Asia centro meridionale, che hanno scelto la rotta balcanica per lasciarsi alle spalle guerre, violenze e miseria: speranze che si sfracellano contro il muro di vergognosa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi