closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Tenetevi la carità, lo Yemen di Ghanya vuole giustizia

Golfo. Il racconto dell’agronoma Al-Naqeb, ricercatrice all'Università di Trento: «Un paese ricchissimo impoverito dal conflitto. L’agricoltura è importante, ma devastata dalla guerra e dalla coltivazione di qat. Tutti la usano, ma è un problema per la terra»

Contadini yemeniti coltivano qat

Contadini yemeniti coltivano qat

«Dal 2015 i bombardamenti in Yemen hanno ucciso decine di migliaia di persone e devastato il paese. L’Onu parla della più grande crisi umanitaria sulla Terra». Il 25 gennaio era la giornata mondiale contro la guerra in Yemen: «La metà della popolazione del paese è sull’orlo della carestia, il paese è al collasso», si legge sui comunicati stampa delle reti e associazioni che cercano di dare visibilità alla catastrofe. GHANYA, QUANDO le leggo alcuni passaggi, s’irrigidisce: «È grave e irritante questa retorica. Intendiamoci: sono grata a chi anche in Italia lotta per il mio popolo, ma il mio Paese non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.