closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Sudan, in migliaia circondano il palazzo presidenziale

Khartoum. Le forze di sicurezza sparano sui dimostranti. Ucciso un giovane, decine i feriti. Il premier Hamdok preme sui militari golpisti per indire le elezioni anticipate

Il pugno di ferro di esercito e forze di sicurezza si è abbattuto ancora una volta sui sudanesi che protestano contro il golpe del 25 ottobre. Almeno un manifestante ieri è stato ucciso e decine di altri sono stati feriti durante le manifestazioni organizzate a Khartoum dalla società civile e dalle forze politiche dell’opposizione nel terzo anniversario della sollevazione popolare che nel 2019 portò alla caduta di Omar al Bashir. L’ucciso è un 28enne, Majzoub Mohammad Ahmad, centrato da un proiettile in pieno petto nella zona di Sharg al Nile. I militari hanno prima lanciato gas lacrimogeni, poi hanno aperto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.