closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Strage razzista ad Atlanta: uccise 8 donne asiatiche americane

Stati Uniti. La polizia ha catturato il responsabile, un 21enne che si è giustificato con problemi sessuali. Nel 2020 aumentati in tutti gli Stati Uniti i crimini d'odio nei confronti delle comunità di origine asiatiche

Uno dei centri di benessere presi di mira dal killer di Atlanta

Uno dei centri di benessere presi di mira dal killer di Atlanta

Otto donne, tutte di origine asiatica, sono state uccise e un’altra gravemente ferita da colpi di arma da fuoco in tre diversi centri benessere ad Atlanta, Georgia, nell’arco di un’ora. Dopo un breve inseguimento la polizia ha fermato e preso in custodia il 21enne Roberto Aaron Long; le autorità stanno ancora indagando sul movente, ma gli attacchi hanno suscitato timori tra gli asiatici americani in tutti gli Stati uniti, che dall’inizio della pandemia di coronavirus hanno visto aumentare gli episodi di violenza e di odio nei loro confronti. In alcune città, per precauzione, è stata intensificata la presenza della polizia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi