closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Somalia e Kenya ai ferri corti, scontri al confine

Caso Jubaland. Accuse reciproche tra Mogadiscio e Nairobi, con la questione dello stato semiautonomo e il controllo delle risorse sullo sfondo

Militare Usa in Somalia sorveglia il ritorno di un C130 da una missione contro le postazioni di al Shabaab

Militare Usa in Somalia sorveglia il ritorno di un C130 da una missione contro le postazioni di al Shabaab

Sono almeno nove i morti (6 civili e 3 militari) causati dagli scontri al confine tra Somalia e Kenya che lunedì hanno interessato la città di Bulohawo, nella stato di Jubaland. Accuse reciproche tra i due stati: il governo somalo afferma attraverso il ministro dell'Informazione Osman Abukar Dubeche che «le truppe keniote, accompagnate da combattenti somali addestrati dal Kenya, sono entrate nella città di Bulohawo per attaccare le basi federali somale e hanno colpito abitazioni civili uccidendo 3 militari, 5 bambini e la loro madre». Il ministro dell'Interno keniota, Fred Matiangi, ha invece negato qualsiasi coinvolgimento del suo paese: «Questo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi